Corporate office

Navigazione indoor

La navigazione indoor puó contribuire a migliorare
l’utilizzo degli uffici che la pandemia ha trasformato
da centri di produttività a centri di collaborazione

La navigazione indoor
per l’ufficio

Durante la primavera del 2020, mentre tutto il mondo si trovava in lockdown, le aziende si stavano preparando per quello che pensavano sarebbe stato un ritorno in ufficio in estate e autunno. Invece, le persone non solo non sono tornate in ufficio ma alla prima ondata di Covid19 stava per seguirne una seconda.

 

Oggi molti di noi lavorano ancora da casa ed é chiaro come l’ufficio tradizionale per come lo conoscevamo sia cambiato per sempre. Recenti studi mostrano come solamente il 15% dei dipendenti voglia tornare alla classica settimana di 4 o 5 giorni in ufficio quando il Covid sarà finito, mentre il 48% preferirebbe un ritorno con 2 o 3 giorni alla settimana. E il restante 37%? Preferirebbe lavorare in ufficio solamente massimo 1 giorno alla settimana dopo la pandemia. Non sorprende quindi che ciò cambi radicalmente come funzioneranno gli uffici del futuro.

 

Grandi aziende come Twitter, Facebook, Google e Microsoft si stanno adattando a questi nuovi trend consentendo ai propri dipendenti di lavorare in remoto almeno alcuni giorni alla settimana. Una tendenza conosciuta anche come “lavoro ibrido”. Twitter ha addirittura annunciato la possibilità per i propri dipendenti di lavorare da casa per sempre e Facebook pensa che “potrebbe avere metà dei dipendenti in lavoro remoto permanente” entro i prossimi 5 o 10 anni.

 

Il lavoro ibrido cambia radicalmente la funzione dell’ufficio fisico. L’ufficio continua chiaramente ad essere importante per la vita socio-lavorativa dei dipendenti ma le aziende lo useranno sempre di più per conferenze, meeting importanti e attività di collaborazione anziché per le tipiche attività quotidiane. Ciò significa che gli uffici si trasformeranno in centri di collaborazione anziché essere centri di produttività come sono stati negli ultimi anni.

 

Con l’avvento del lavoro ibrido, il bisogno di scrivanie personali diminuisce perché meno persone saranno in ufficio contemporaneamente. D’altra parte, il bisogno di spazi comuni aumenta in quanto l’ufficio diventa l’epicentro della collaborazione. Per creare un ambiente di lavoro ibrido di successo e per facilitare l’utilizzo di risorse condivise come scrivanie, sale riunioni e spazi di co-working, gli uffici dovranno necessariamente implementare soluzioni di smart office intelligenti e utilizzare i dati a disposizione.

 

La maggior parte delle aziende globalmente hanno già sistemi che permettono di prenotare facilmente una sala riunione e spesso persino una scrivania ma una volta selezionata la “scrivania 87”, come faccio a sapere dove si trova? Lo stesso problema si presenta per prenotare sale riunione. Se cerchi una sala per il tuo prossimo meeting, è ottimo sapere che la sala 4.172 è disponibile, ma dove si trova? Potresti anche andare in ufficio con l’intento di sederti vicino ad un collega specifico ma come lo trovi?

L’integrazione del tuo sistema di prenotazione con un sistema di mappe indoor metterebbe a disposizione dei tuoi dipendenti una panoramica imbattibile degli spazi lavorativi e consentirebbe di prendere decisioni informate. MapsIndoors è una piattaforma di mappe indoor che si integra facilmente con terze parti in modo da arricchire la mappa degli uffici con le importanti informazioni a disposizione e in tempo reale. In questo modo, i dipendenti sono in grado di vedere l’occupazione in tempo reale delle scrivanie e delle sale riunione e prenotarle direttamente dalla mappa. Inoltre, la piattaforma fornisce la funzionalità di navigazione indoor consentendo di calcolare il percorso migliore a disposizione ed essendo sviluppato con tecnologia Google Maps, è possibile calcolare i percorsi sia all’interno degli edifici che tra gli edifici e persino nelle aree pubbliche.

 

Una piattaforma di mappe digitali dinamiche può anche essere integrata con funzionalità di smart office come “trova un collega” consentendo di visualizzare la posizione dei colleghi in tempo reale. Consentire ai propri dipendenti la libertà di lavorare in qualsiasi luogo all’interno degli edifici aziendali, può isolarli dai colleghi rendendo più difficile la collaborazione. Le soluzioni come “trova un collega” stanno diventando popolari e, sebbene la condivisione della posizione possa essere un argomento controverso, le nuove tecnologie consentono di mostrare la posizione dei colleghi senza compromettere la privacy. Con questo tipo di soluzioni il dipendente è in pieno controllo e la condivisione della posizione è spesso disabilitata automaticamente. Ciò significa che il dipendente debba attivamente abilitare la propria posizione quando si trova in ufficio. Chiaramente la posizione dei dipendenti può solamente essere condivisa quando si trovano all’interno delle aree di lavoro e, anche all’interno dell’edificio, ci sono zone entro le quali la posizione non può essere condivisa, come ad esempio i bagni.

 

Sicuramente non possiamo prevedere il futuro ma possiamo certamente attrezzarci da subito in base ai trend che osserviamo. È altamente plausibile che il lavoro ibrido e gli uffici utilizzati come spazi di collaborazione siano ciò a cui stiamo andando incontro. Sei pronto per questo cambiamento? I nostri esperti sono a disposizione per aiutarti ad approfondire il funzionamento e le opportunità offerte da MapsIndoors.